count

NEWS : Martedì 11 ottobre esce "Fine turno", atto conclusivo della trilogia di Bill Hodges --- Il 15 novembre torna nelle librerie "Danse Macabre"; nello stesso mese Einaudi pubblicherà l'antologia "Ombre" col racconto inedito The Music Room --- Nel 2017 uscirà "Sleeping Beauties", il romanzo scritto da King insieme al figlio Owen --- Lo Zio ha in cantiere un libro che vedrà tra i protagonisti un personaggio della trilogia di Mr. Mercedes --- Il 27 settembre esce l'edizione Pickwick di "Chi perde paga"

lunedì 26 settembre 2016

Danse Macabre torna in libreria il 15 novembre!

C'è la data ufficiale del ritorno del saggio Danse Macabre di Stephen King in Italia dopo anni di assenza dalle librerie: 15 novembre.

Il volume è ripubblicato da Frassinelli in una nuova versione aggiornata a cura del traduttore Giovanni Arduino.

domenica 25 settembre 2016

IT - Un frame di Pennywise sul set




Da Youtube

Stephen King: "Scrivere per me è un'abitudine compulsiva

In una delle interviste rilasciate da Stephen King durante il National Book Festival lo Zio ha commentato la recente decisione di Patterson di ritirare il romanzo incentrato sul suo assassinio; tra le sue personali paure cita l'età che avanza e il timore di ammalarsi di alzheimer, ma la possibilità che Donald Trump diventi presidente degli Stati Uniti lo terrorizza ancora di più. E sottolinea come sia la paura il sentimento dominante in chi appoggia il candidato repubblicano: paura di perdere il diritto alle armi, paura che il Messico invada gli Usa, paura delle tasse. Alla domanda "Scriverà un libro su Trump?" ha risposto: "No, ho già scritto La Zona Morta..."
Nella seconda parte è stato interpellato un'altra volta sulla sua proverbiale prolificità, definendo il suo lavoro come un'abitudine compulsiva.


sabato 24 settembre 2016

King e Straub inizieranno a scrivere il nuovo libro a febbraio

Stephen King ha annunciato al National Book Festival che, se tutto andrà bene, inizierà a scrivere a febbraio il terzo capitolo della storia di Jack Sawyer insieme all'amico Peter Straub (Il Talismano, La Casa del Buio).



In arrivo una storia con un personaggio della trilogia di Mr. Mercedes

Stephen King è stato intervistato in diretta su Facebook in occasione del National Book Festival, e pare abbia affermato di essere al lavoro su un nuovo libro che avrà a che fare con uno dei protagonisti della trilogia del detective Bill Hodges. Si tratterebbe di qualcosa di davvero spaventoso...



[fonte: liljas-library.com]

venerdì 23 settembre 2016

Patterson annulla l'uscita del libro in cui "uccideva King"

Alla fine ha rinunciato. L'autore americano James Patterson pare abbia deciso di cancellare la pubblicazione nei prossimi mesi di un romanzo scritto a quattro mani con Derek Nikita, inittolato The Murder of Stephen King (L'assassinio di Stephen King).

Secondo Patterson "potrebbe causare problemi a King e alla sua famiglia".

La storia parlava di un pazzo ossessionato dallo scrittore del Maine, di cui Patterson si è detto fan, anche se lo Zio in passato non aveva esattamente dispensato parole dolcissime verso il collega...
La piccola vendetta di James è destinata a non consumarsi.











Credit: Schofield/Robertson

giovedì 22 settembre 2016

IT - Il regista saluta i suoi Perdenti


IT - Barbara Muschietti ringrazia tutti su Instagram alla fine delle riprese

La sorella del regista Andrès Muschietti ha approfittato della fine delle riprese di IT per ringraziare tutti coloro che hanno lavorato con lei al film in questi mesi.

"Grazie al fantastico cast e a tutta la squadra per questo magico viaggio. E grazie a Stephen King per averci regalato questa storia."


mercoledì 21 settembre 2016

Torre Nera: la serie tv narrerà le vicende de La Sfera del Buio

In occasione del compleanno di King, Entertainment Weekly ha rivelato dettagli sul contenuto della serie tv della Torre Nera che la MRC produrrà nel 2017, e che debutterà nel 2018.

Al centro dello show ci saranno le vicende giovanili di Roland, narrate nel 4° volume La Sfera del Buio
Non si sa ancora il nome dell'attore che interpreterà Roland da ragazzo, ma la presenza di Idris Elba è comunque confermata, non quella di Matthew McConaughey.





Il regista Nikolaj Arcel e Anders Thomas Jensen (che hanno già lavorato al primo film) si stanno occupando anche dello script di questa serie tv. In progetto ci sono tra i 10 e i 13 episodi.
Roland racconterà al suo ka-tet della missione presso la Baronia di Mejis affidatagli dal padre Steven Deschain.


Ew.com ha creato questa mappa corredata dalle parole di Cort 
rivolte al giovane allievo Roland, per celebrare i 69 anni del Re:


Cuori in Atlantide - Il racconto arriverà al cinema

Il regista britannico Johannes Roberts vuole portare sul grande schermo la novella Cuori in Atlantide dell'omonima raccolta del 1999. Nel 2001 uscì un film con Anthony Hopkins con quel titolo, ma riportava le vicende del racconto Uomini bassi in soprabito giallo.

Il regista Johannes Roberts
Questo film s'intitolerà Hearts, e narrerà la storia di alcune matricole universitarie nel periodo della guerra in Vietnam

James Harris finanzierà il progetto insieme a Mark Lane, Robert Jones e Wayne Marc Goldfrey. "Questa è una storia meravigliosa" - dice Harris - "Siamo entusiasti di iniziare il casting e lavorare per la produzione nel 2017."



[fonte: variety.com]

Stephen King compie oggi 69 anni

Auguri al Nostro, che da decenni 
fa emozionare con le sue storie i suoi Fedeli Lettori!


martedì 20 settembre 2016

Shining - Arriva nei cinema inglesi una versione più lunga

Dopo 36 anni verrà proiettata per la prima volta nella notte di Halloween, in Inghilterra, una versione del film Shining di Stanley Kubrick allungata di 24 minuti rispetto a quella finora vista in Europa, e trasferita su supporto digitale.



 [fonte: mondofox.it]

domenica 18 settembre 2016

Hearts in Suspension uscirà il 7 novembre

Verrà pubblicato in America il 7 novembre il saggio Hearts in Suspension, una raccolta di saggi sull'esperienza di Stephen King ai tempi dell'ingresso all'Università di Orono, cinquant'anni fa nell'autunno del 1966.

Lo scoppio della Guerra in Vietnam e le rivoluzioni sociali di quegli anni segnarono non poco il giovane Stephen, plasmando l'uomo che poi sarebbe diventato. Il racconto Cuori in Atlantide dell'omonima raccolta del 1999 è uno degli esempi di come King abbia provato a narrare sotto forma di fiction quel periodo.

Questo nuovo volume conterrà inoltre contributi di alcuni amici e compagni di college di King che riferiscono la loro personale esperienza, e alcuni articoli del giornale studentesco King's Garbage Truck, il tutto corredato da foto e documenti d'epoca.





[fonte: umaine.edu]

venerdì 16 settembre 2016

Lo Zio sta lavorando sodo in questi giorni

Lilja ha riportato la risposta del moderatore del sito di Stephen King alla domanda sull'annuncio del suo prossimo libro:

"Quando avremo qualcosa d'importante da annunciare, lo aggiungeremo alle News, ma al momento non c'è nulla. Anche se Stephen è impegnato nella scrittura."


In previsione per il 2017 c'è l'uscita del romanzo Sleeping Beauties scritto col figlio Owen, ambientato in un carcere femminile. Ma ci sarebbe in ballo anche il terzo capitolo della saga di Jack Sawyer. La curiosità cresce...

Un'intervista a Joe Hill su Repubblica

Su la Repubblica di stamane trovate a pagina 40 un'intervista a Joe Hill in cui il figlio del Nostro parla del suo nuovo romanzo (The Fireman, la cui prima parte è uscita il 6 settembre edita da Sperling&Kupfer) e del rapporto col nome ingombrante di suo padre.

"Non ho mai provato invidia per il successo di mio padre. Solo ammirazione.", dice. E allora perchè ha rinnegato il suo cognome? - chiede l'intervistatore. "Non volevo essere pubblicato come 'il figlio di Stephen King'. Volevo commettere anche io i miei errori, e mio padre l'ha capito. Ci vuole tempo e pazienza per diventare un grande scrittore."


Sul set con Georgie

Dal set del nuovo "IT" alcune immagini dell'attore che interpreta il piccolo George Denbrough, dove il regista Andy Muschietti mostra al bambino dove Pennywise lo ghermirà...


[foto da: liljas-library.com]

giovedì 15 settembre 2016

James Patterson uccide Stephen King nel suo ultimo thriller

Sarà disponibile da novembre negli Usa il libro del nuovo marchio BookShots dell'autore di best-seller James Patterson, una serie dedicata a romanzi brevi.




The Murder of Stephen King è incentrato su uno stalker che ricreerà le situazioni narrate nei romanzi dello scrittore del Maine.

"Sono stato un fan di King per molti anni" - ha detto Patterson in un comunicato - "e scrivere questo libro mi ha dato l'opportunità di esplorare cosa accade quando un autore è messo in pericolo dai suoi stessi romanzi. La storia è il prodotto della mia immaginazione. I lettori saranno sorpresi dal risultato, e spero che i miei fan - e tutti gli appassionati di mystery - si divertiranno."




Da notare che il Re è stato abbastanza critico in passato sul lavoro di Patterson, dicendo che "è uno scrittore pessimo, ma di grande successo". Che James abbia voluto consumare la sua vendetta...?


[fonte: pastemagazine.com]


mercoledì 14 settembre 2016

Lo Sapevate Che...

Lo sapevate che il racconto Uomini bassi in soprabito giallo (Cuori in Atlantide, 1999) è la prima parte di un romanzo che King abbozzò appena e non concluse?

Doveva intitolarsi La casa di Benefit Street, e narrerebbe ciò che accadde alla fidanzatina di Bobby, Carol.



martedì 13 settembre 2016

Bill e Bev sul set di "IT"

Dal profilo Instagram del produttore Seth Grahame-Smith una foto che immortala Jaeden Lieberher (Bill) e Sophia Lillis (Beverly) mentre girano una scena del film diretto da Andrès Muschietti.


Ossessione - Il prezzo della sincerità


- OSSESSIONE -


Titolo originale: Rage

Prima edizione americana: New American Library 1977

Prima edizione italiana: Sonzogno 1988
Traduzione: Tullio Dobner

Ritirato dal mercato


- SPOILER ALERT -



LA TRAMA

A sconvolgere una mattina qualunque al liceo di Placerville, nel Maine, è Charlie Decker, studente all'ultimo anno che sequestra alcuni ragazzi nell'Aula 16. Pistola in pugno, fredda con un colpo secco l'insegnante di Algebra e si barrica nella stanza prendendo in ostaggio la classe. Mentre all'esterno polizia e giornalisti circondano l'edificio, Charlie dà il via a una chiacchierata in cui tutti vengono costretti a raccontare i propri segreti, anche i più torbidi. Cresciuto con un padre padrone e una madre iperprotettiva, Charlie vomita anch'egli i suoi traumi infantili e le sue ansie adolescenziali, in quella che si trasforma in una sorta di seduta psichiatrica collettiva, dove non proprio tutti riusciranno a confessarsi...



Personaggi principali:

CHARLIE DECKER, studente del liceo di Placerville
CARL DECKER, padre di Charlie
RITA DECKER, madre di Charlie
TED JONES, studente
CAROL GRANGER, studentessa
SANDRA CROSS, studentessa
JOE McKENNEDY, studente
THOMAS DENVER, preside del liceo di Placerville
DON GRACE, psichiatra
FRANK PHILBRICK, capo della Polizia Statale del Maine
IRMA BATES, studentessa
SUSAN BROOKS, studentessa
GRACE STANNER, studentessa
JOHN CARLSON, insegnante di Chimica e Fisica
PETER VANCE, insegnante di Storia
JEAN UNDERWOOD, insegnante di Algebra
DICK CABLE, studente


Personaggi minori:

AL LATHROP, amico del padre di Charlie
JOHN DANO, studente (detto "Porcile")
HARMON JACKSON, studente
PAT FITZGERALD, studente
PETE McKENNEDY, fratello di Joe
DANA COLLETTE, studentessa
DANIEL MALVERN, tiratore scelto









Nella mente di Charlie

La personalità disturbata del giovane protagonista di questo breve romanzo assurge a simbolo e paradigma di tutte le tormentate "vite" psichiche interiori degli adolescenti, soprattutto di quelli con un passato non idilliaco, con segreti che vorrebbero tenere nascosti e di cui si vergognano. Charlie è cresciuto con una figura paterna che lo ha schiacciato: fisicamente, con i frequenti maltrattamenti fisici, e psicologicamente, umiliando il figlio in tutte quelle occasioni in cui non dimostrava una tempra forte e mascolina, con il tipico atteggiamento di quei mezz'uomini timorosi che il proprio ragazzo cresca come una checca... Il primo trauma di Charlie fu a nove anni, quando fu costretto dal padre a seguirlo in una battuta di caccia coi suoi amici. Ore passate ad ascoltare discorsi scabrosi sul sesso intessuti da uomini ubriachi marci.

Quando Charlie spara alla professoressa di Algebra e si accomoda freddamente alla cattedra dell'Aula 16 sa bene quello che ha in mente di fare. Vuole guardare il "lato oscuro" delle cose, le follie che regolano il mondo, e che nella sua visione sono tutt'altro che insane, inserendosi nel normale flusso degli avvenimenti:

Nessuno va a guardare quell'altro lato se proprio non c'è costretto e lo posso ben capire. [...] Ci dai un'occhiata quando senti tuo padre che parla di squartare il naso di tua madre. E' una roulette, ma non è dignitoso mettersi a frignare che la ruota è truccata. [...] E non mettiamoci a dire che è una follia, perchè è tutto perfettamente normale e sano. E tutto quello che esula dalla norma non accade solo fuori. E' anche dentro di voi, in questo preciso istante, a crescere al buio come funghi.

E quel lato oscuro che alligna nel suo cuore, Charlie lo rivela alla classe, raccontando alcuni degli episodi che più lo hanno segnato, le prese in giro dei compagni di scuola, gli abiti da damerino che sua madre lo costringeva a indossare alle feste, gli atti di vandalismo commessi senza ragione apparente, i mal di stomaco che lo facevano rimettere quando l'ansia e il senso di inadeguatezza lo attanagliavano. Soprattuto quando si rapportava con le ragazze.

"Sono i tuoi." - gli dice d'un tratto Susan Brooks - 
"Dev'essere per via dei tuoi genitori."

Viene portato alla luce il tema dell'influenza genitoriale sui figli, che a volte può determinare l'adulto che un giorno il bambino diventerà. E senza dubbio la figura paterna negativa di Carl mostra di aver inciso sulla personalità di Charlie, che afferma di ricordare di essere sempre stato odiato dal padre, e non manca poi di constatare con lucidità che:

"Se dici che tuo padre ti ha odiato quando eri piccolo, poi puoi andartene in giro a mettere a ferro e fuoco il vicinato, a violentare o a incendiare qualche bar, per poi appellarti all'infermità mentale."


Tra i segreti più intimi, Charlie rivelerà anche i dettagli della sua prima esperienza sessuale a 17 anni, o sarebbe meglio definirla "non esperienza", dato che strafatto e ubriaco non riuscì a combinare niente con Dana Collette, seppur maliziosamente invitato da lei stessa. Un'episodio che lo ossessionerà, come il sesso in generale invade le fantasie degli adolescenti inesperti. Non a caso alcune delle principali rivelazioni degli altri ragazzi presenti nell'aula riguarderanno proprio la scoperta del sesso, mistero oscuro spesso svelato su quei sedili posteriori tanto demonizzati dai genitori...

Lungo tutto il romanzo Charlie intesserà una guerra psicologica anche con le forze di polizia all'esterno, in un consueto botta e risposta tra sequestratore e mediatore. Tutti si aspettano che l'obiettivo principale di Charlie sia uccidere più persone possibili, ma i fatti dimostreranno che non è così. La follia del ragazzo è molto più sottile, e non ci sono psicologi o psichiatri che riusciranno a comprenderla fino in fondo.




Tutta la verità, nient'altro che la verità

Il teatrino messo in piedi da Charlie presto vedrà come veri protagonisti i ragazzi presenti nell'aula, facendo finire sullo sfondo il narratore.

Avevo la folle sensazione che fossero loro 
a tenere in ostaggio me e non viceversa.



Improvvisamente la classe "vomita" i propri segreti spontaneamente, tanto che Carol Granger arriva addirittura a proporre senza vergogna di parlare di sesso, dichiarando apertamente di essere ancora vergine. 
Anche Sandra Cross racconterà dettagli delle sue esperienze amorose con uomini sconosciuti; esperienze che l'hanno fatta sentire "reale" e "viva", un'ammissione che stupisce lo stesso Charlie: "Come ha potuto raccontarlo?", si chiede.

Emergono anche invidie e gelosie nascoste, come tra Irma Bates, ragazza insicura che non piace a nessuno, e Grace Stanner, studentessa con fama di sgualdrina come la madre.

Ma il profilo che si distingue è quello di Ted Jones, l'unico ragazzo della classe che non sputa nessun rospo. Ted si sente l'unico sano di mente in una gabbia di matti. Lui che è lo studente modello del liceo di Placerville, non può confessare i motivi che l'hanno costretto a lasciare la squadra di football. Ne verrebbe intaccata la facciata di ragazzo senza scheletri nell'armadio. 

Il prezzo della sincerità è sempre alto.

Tutta la classe, contagiata da un delirio collettivo di massa, lo additerà e provocherà, in un turbine di follia innescato da Charlie, ma che preesisteva evidentemente già in tutti quanti.





Un libro scomodo

Ossessione, (Rage - "rabbia" - il titolo originale), è l'unico romanzo di Stephen King che è stato ritirato per sempre dalle stampe. Nel 1998 il Re chiese alla NAL di interromperne la pubblicazione, a seguito di alcuni episodi di cronaca nera a cui il libro venne associato, elencati qui sotto:

- 1988, San Gabriel (California): lo studente Jeffery Lyne Cox tenne in ostaggio i compagni di scuola, senza fare vittime. Una volta arrestato dichiarò di essere stato ispirato in parte anche da Ossessione, che lesse più volte.
- 1989, Jackson (Kentucky): Dustin Pierce prese come ostaggio alcuni studenti nella classe di Storia armato di fucili. Non ci furono feriti. La polizia trovò una copia di Ossessione nella sua camera da letto.
- 1993, Grayson (Kentucky): Scott Pennington spara all'insegnante d'Inglese Deanna McDavid col revolver del padre e poi uccide il custode della scuola. Prima della sparatoria Scott aveva scritto un saggio su Ossessione a cui la professoressa McDavid aveva dato una C come voto.
- 1996, Moses Lake (Washington): il giovane Barry Loukaitis entra nell'aula di Algebra e fredda l'insegnate e due studenti dicendo "Questo batte algebra sicuramente, non è vero?". Anche in Ossessione Charlie uccide proprio una professoressa di Algebra.
- 1997, Paducah (Kentucky): Michael Carneal sparò a otto studenti presso un gruppo di preghiera. Una copia del volume I libri di Bachman (che conteneva anche Ossessione) fu trovata nel suo armadietto.

Quest'ultimo fatto indusse King a prendere la decisione definitiva di ritirare Ossessione dalle librerie. Una scelta di cui ha parlato in un recente saggio uscito solo in inglese in e-book, intitolato Guns (2010), dove affronta la dibattuta questione della proliferazione delle armi negli Stati Uniti.

"Ora fuori catalogo ed è un bene che sia così", scrive King in una nota della prefazione a Blaze (2007), ed è tuttora comprensibile il suo scrupolo di aver voluto evitare di offrire possibili spunti ad altri squilibrati, pur tenendo presente che non può considerarsi un'opera letteraria causa principale di delitti che hanno radici ben diverse e più profonde nella società.








- CONTESTO STORICO -


Stephen King scrisse le prime quaranta pagine di Ossessione nel 1966, quando era all'ultimo anno di liceo. Pare che il titolo originale che doveva avere (Getting It On) fosse ispirato a un pezzo dei T. Rex, Bang A Gong (Get It On).

E' di fatto il primo vero romanzo scritto da King, che Bill Thompson propose alla Doubleday, vedendoselo però rispedire indietro. Thompson si offrì nella lettera di rifiuto di inviarlo ad altri editori.

Nel saggio My High School Horrors, il Re parla della sua costante paura giovanile di restare solo e non riuscire a relazionarsi con gli altri o a fare amicizia, e di come non fosse in grado di esternare questo suo timore. Una storia che King dice di aver scritto con le stesse motivazioni delle altre opere che aveva prodotto:

"Per salvarmi la vita e la salute."

Perchè a quel tempo si sentisse così pieno di furia e terrore - così "pazzo" - non lo sa, ma considerati i problemi che in seguito gli ha dato Ossessione, lui invita a prendere in mano una penna piuttosto che una pistola quando ci si sente fuori controllo.

C. Starkweather
Il personaggio di Charlie Decker è ispirato al serial-killer Charles Starkweather, che tra il 1957 e il 1958 uccise undici persone affiancato dalla fidanzata di quattordici anni. 

Sembra che lo Zio conservasse un album di ritagli di giornale con gli articoli che parlavano dei suoi delitti.






Una volta ottenuta una certa fama, lo Zio provò ancora a convincere la Doubleday a pubblicare i suoi romanzi giovanili, ma la casa editrice non volle saturare il mercato. Dunque King propose il libro alla NAL, che aveva i diritti delle versioni tascabili dei suoi romanzi. L'idea era di farlo uscire con uno pseudonimo per vedere il riscontro di pubblico.
Inizialmente King optò per il nome Guy Pillsbury (preso dal nonno materno), ma presto girò voce nella casa editrice che era in circolazione un inedito di Stephen King. Costretto a cambiare pseudonimo, creò il suo doppio Richard Bachman e diede al romanzo un nuovo titolo: Rage.

Venne pubblicato senza alcun tipo di promozione in versione tascabile a 1 dollaro e 50 centesimi, destinato alla sezione economica di qualche negozietto e alle stazioni degli autobus.

Soltanto nel 1985 uscì sotto il nome di King nel volume unico The Bachman Books, che raccoglieva tutte le opere fino ad allora pubblicate sotto il nom de plume di Bachman. Nella seconda introduzione a quell'omnibus King scrive: "Mi conforta sapere che quel libro è stato scritto senza cattive intenzioni, anche se da un diciottenne tormentato che oggi sento come estraneo a me stesso; quel ragazzo non era nè King nè Bachman, ma uno strano (e pericoloso) ibrido di entrambi."




Forse la carriera del Re sarebbe stata un po' diversa se la Doubleday gli avesse pubblicato Ossessione anzichè Carrie, ammette lui. Ma dice: "a lungo andare, il mostro sarebbe venuto fuori."


Maurizio Ragusa

Pavia, 30 agosto 2016 - 3 settembre 2016


La Citazione
"Forse è solo lo spirito della massa. 
Dare addosso all'individuo."







lunedì 12 settembre 2016

IT - La miniserie in Blu-Ray dal 20 ottobre

Arriva anche in Italia la prima versione in Blu-ray della miniserie del 1990 di Tommy Lee Wallace tratta da IT di Stephen King.

Prenotabile su Amazon








                         Segnalato da Marcello Gagliani Caputo




sabato 10 settembre 2016

Einaudi pubblicherà un racconto inedito del Re

Uscirà in anteprima in Italia per Einaudi a novembre la raccolta Ombre: dodici racconti di autori americani ispirati ai dipinti di Hopper.

Di Stephen King contiene il racconto inedito The Music Room, che sarà pubblicato nella medesima antologia negli Usa il 6 dicembre prossimo.








Segnalato da Roberto Bottero

giovedì 8 settembre 2016

Lo Zio e l'allarme-clown in Nord Carolina

Dopo alcuni avvistamenti di persone vestite da clown in Nord Carolina su cui sta indagando la polizia, il Bangor Daily News ha deciso di chiedere all'uomo più esperto di pagliacci di Bangor perchè i clown mettono paura alla gente.



"Quando ho scritto IT ho ambientato il romanzo a Bangor, perchè è una città con una storia dura e violenta." - ha scritto King in una e-mail al Bangor Daily News - "Ho scelto Pennywise come volto con cui il mostro si manifesta ai bambini perchè i ragazzini adorano i clown, ma li temono anche. I pagliacci, con la loro facce bianche e le labbra rosse sono molto diversi dalle persone normali. Porta un bimbo al circo e mostragli un clown: sarà più facile che si metta a gridare piuttosto che a ridere..."

"Questa mania di chi si veste da pagliaccio finirà, come tutte le cose, ma ritornerà, perchè in determinate circostanze i clown sono davvero terrificanti."

La paura dei clown ha anche un nome latino non ufficiale: coulrophobia. Pur non essendo nell'elenco delle malattie mentali dell'Associazione Psichiatrica Americana, in questi giorni sta diventando un problema reale in Nord Carolina.

Il Re ricorda che "l'attore Lon Cheney disse (o si dice che affermò) che 'Non c'è nulla di divertente in un clown al chiaro di luna'. Intendendo, io suppongo, un clown visto al di fuori del suo ambiente normale, come un circo o una fiera. Se vedessi un pagliaccio da solo in agguato sotto a un ponte, mi spaventerei."


[fonte: bangordailynews.com]

Fine Turno dall'11 ottobre in libreria

Il capitolo conclusivo della trilogia poliziesca del detective Bill Hodges uscirà in Italia martedì 11 ottobre, edito da Sperling&Kupfer, con la traduzione di Giovanni Arduino.



TRAMA: Il detective in pensione Bill Hodges torna sulle tracce di Brady Hartsfield, il criminale soprannominato dalla stampa "Il Killer della Mercedes". Dopo aver fallito un secondo tentativo di attuare un omicidio di massa, Hartsfield viene rinchiuso in ospedale, nel reparto Lesioni Cerebrali, apparentemente apatico. Ma le cose non stanno come sembrano: Brady è in grado di indurre il suo medico e il bibliotecario dell'ospedale a commettere omicidi. E ora ha creato un ipnotico gioco che costringe le persone a suicidarsi, ed è determinato ad usarlo contro chi lo ha fatto finire in ospedale: Hodges e i suoi aiutanti Holly e Jerome. E' intenzionato a diffondere un'epidemia di suicidi. Per Hodges e l'intera città il tempo stringe...






Dopo Mr. Mercedes e Chi perde paga, Fine turno
si preannuncia un ritorno dello Zio al paranormale.

mercoledì 7 settembre 2016

Night Shift - Le illustrazioni di Dave McKean

La PS Publishing, che realizza nel Regno Unito edizioni limitate, ha condiviso sui social alcune illustrazioni suggestive di Dave McKean per l'edizione speciale di Night Shift (A volte ritornano).


martedì 6 settembre 2016

IT - Un trio horror sul set

Un trio orrorifico sul set di IT: Bill Skarsgård (Pennywise), Javier Botet (il Lebbroso) e il regista Andrès Muschietti.



[foto da: liljas-library.com]

lunedì 5 settembre 2016

Eddie nella Casa di Neibolt Street

Le riprese del nuovo IT di Andy Muschietti volgono al termine, e intanto dal set arriva questa foto in cui vediamo Eddie inoltrasri nella casa al n.29 di Neibolt Street.

Cresce l'attesa per questo adattamento in uscita negli Usa l'8 settembre 2017.


[foto da: liljas-library.com]

domenica 4 settembre 2016

Il Gioco di Gerald - Il film potrebbe finalmente vedere la luce

Il regista Mike Flanagan si è detto fiducioso sulla possibilità di riuscire a girare dopo anni il film tratto dal romanzo di Stephen King del '92 Il Gioco di Gerald, la storia di una donna rimasta ammanettata al letto in una casa isolata.



"Stephen King è stato il mio eroe fin da quando ero bambino" - ha detto il regista - "e conosco il crepacuore tipico dei suoi fan quando vedono un adattamento non tradotto correttamente sullo schermo. Ci sono ovviamente eccezioni, come Le ali della libertà, Stand by Me o Il Miglio Verde, ma il resto è davvero orribile! Da fan, per me è importante non finire in quel mucchio. Ho amato Il Gioco di Gerald fin da subito, mi sono detto: 'Voglio farne un film.' "

Il coinvolgimento di Flanagan nel Gioco di Gerald (di cui ha scritto la sceneggiatura insieme a Jeff Howard) era stato annunciato già nel 2014.

Mike Flanagan
"Si tratta di una vera sfida per la casa di distribuzione, che ha detto "Sì, ci piace come lavori, amiamo King, ma questa storia, questa particolare storia? Non sappiamo come si possa fare.' [...] Personalmente vorrei che King fosse coinvolto nel progetto il più possibile. E credo che più lo sarà più potrà controllare la fedeltà del lavoro al suo libro."



[fonte: rue-morgue.com]

T. Rex - Bang A Gong (Get It On)

Ossessione, romanzo giovanile di King pubblicato sotto lo pseudonimo di Richard Bachman, doveva intitolarsi in origine Getting It On, ispirandosi al titolo di questo pezzo del gruppo britannico glam rock dei T. Rex, uscito nel 1971.


Buon ascolto






venerdì 2 settembre 2016

Ron Howard: "La serie tv della Torre Nera è in fase di sviluppo"

Ron Howard e Brian Grazer, che figurano tra i produttori della Torre Nera, hanno risposto ad alcune domande sul sito deadline.com in merito alla realizzazione della versione per il cinema della saga di Stephen King.



"Siamo partiti dall'idea di riutilizzare gli elementi dei romanzi in una nuova combinazione" - ha detto Howard - "cercando di mantenerne l'essenza, ma anche di riequilibrare e riorientare la narrazione in modo cinematografico. Ci siamo concentrati sul rapporto tra Jake e Roland, che sarà al centro del primo film. Abbiamo semplificato la linea base della storia, ristrutturando i romanzi, e Stephen King è stato pienamente d'accordo."

Elba e Tom Taylor


"Ci siamo focalizzati sulle scene che erano il cuore pulsante, è da una decina d'anni che ci lavoriamo su.", ha detto Brian Grazer.

Sulla scelta di Nikolaj Arcel per la regia: "Nik ha sempre adorato i libri della Torre" - rivela Howard - "E' un regista in gamba, originale e che ha gusto."

Javier Bardem
Non poteva mancare una parola sull'attore di colore che interpreterà Roland Deschain, Idris Elba: "A un certo punto eravamo vicini a ingaggiare Javier Bardem" - ha dichiarato Ron Howard - "Ho sempre pensato che l'essenza di Roland non stesse necessariamente in una copia di Clint Eastwood, anche se è stato preso a modello per molte copertine. Così abbiamo scelto Elba, che offre una particolare combinazione di carisma silenzioso attraversato da correnti sotterranee di nobiltà. Per me Roland ha queste caratteristiche, e Idris le incarna incredibilmente bene."




Howard precisa in chiusura che la serie televisiva della MRC che dovrà affiancare i film è ancora in fase di sviluppo, non si sa quale piattaforma verrà coinvolta, ma è in lavorazione nella speranza che possa arricchire altre eventuali pellicole.

[fonte: deadline.com]

IT - Le fogne di Derry riprodotte sul set

Il produttore Seth Grahame-Smith ha postato su Instagram una foto che mostra come le fogne in cui dimora Pennywise sono state costruite sul set del film tratto da IT, per la regia di Andrès Muschietti.


[fonte: Instagram]

giovedì 1 settembre 2016

Compie gli anni Tullio Dobner

Quest'oggi è il compleanno dello storico traduttore Tullio Dobner, che per oltre trent'anni è stato la voce italiana di Stephen King, da Ossessione fino a tornare di recente con La leggenda del vento (2012).


The Mist - Le prime foto dal set della serie tv

Lilja ha scovato su Instagram le prime immagini rubate dal set della serie tv The Mist di Spike, la cui prima stagione debutterà in 10 episodi nel 2017.


[Altre immagini su: liljas-library.com]