NEWS : "Fine turno" è il titolo del nuovo romanzo di King in Italia ad ottobre --- A novembre torna nelle librerie "Danse Macabre" --- Nel 2017 uscirà "Sleeping Beauties", il romanzo scritto da King insieme al figlio Owen

lunedì 29 agosto 2016

Fumetti - Harley Quinn imita in copertina Jack Torrance

Ho recuperato su internet il numero 15 di luglio della collana a fumetti della Lion "Suicide Squad", dove in copertina Harley Quinn fa capolino con un'accetta in mano, evidente omaggio alla scena clou del film di Stanley Kubrick tratto da Shining.
















giovedì 25 agosto 2016

A Good Marriage da oggi in DVD

Acquistabile da oggi negli store il DVD del film A Good Marriage, con Anthony LaPaglia e Joan Allen.

Uscito negli Stati Uniti nel 2014, è tratto dal racconto di Stephen King Un bel matrimonio (Notte buia, niente stelle, 2010)

mercoledì 24 agosto 2016

IT - Tatum Lee sarà uno dei volti di Pennywise

L'attrice Tatum Lee interpreterà Judith nel film tratto da IT, un ruolo identificato come uno dei modi in cui si mostra Pennywise.

Non è stato rivelato nulla di più, ma secondo alcune voci sarà qualcosa di davvero terrificante...





[fonte: liljas-library.com]

lunedì 22 agosto 2016

Stranger Things - Non è vero che Stephen King scriverà la nuova stagione

Il sito TheStudioExec.com ha riportato due giorni fa la notizia secondo cui Stephen King vorrebbe scrivere l'intera seconda stagione della serie di Netflix Stranger Things. (Trovate qui la news finta)

Lo Zio è un noto fan della serie (che si ispira molto alle sue opere), ma la presunta esclusiva è un rumor falso, il sito in questione infatti pubblica notoriamente notizie fasulle sul mondo di cinema e tv.

I fratelli Duffer, creatori della serie, non hanno annunciato l'entrata di nessun altro autore tra gli sceneggiatori.





IT - La Casa di Neibolt Street verrà smontata domani

Lilja ci ha mostrato alcune foto suggestive di Paul Mitchell che immortalano la casa di Neibolt Street costruita per il film tratto da IT diretto da Andy Muschietti.
Nella giornata di domani verrà smantellata, chi volesse ha ancora poco tempo per ammirarla dal vivo.






[fonte: liljas-library.com]


The Best of Shivers, una selezione di racconti horror

Nel 2002 Richard Chizmar lanciò Shivers, una serie di antologie horror in sette volumi che raccoglievano storie di autori importanti e anche di voci nuove di editori indipendenti. Da tempo fuori catalogo, la Cemetery Dance ha annunciato la pubblicazione di un libro che conterrà i migliori racconti della serie selezionati da Chizmar, The Best of Shivers.


Tra i titoli presenti c'è The Crate (La cassa) di Stephen King, uno dei cinque racconti di Creepshow. La raccolta include anche opere di Clive Barker (The Departed), Peter Straub (A Special Place: The Heart of a Dark Matter), Bev Vincent (It Is The Tale), Jack Ketchum (The Holding Cell) e Stewart O'Nan (Summer of '77).

Il volume uscirà negli Usa entro il 2016.







 Segnalato da Bev Vincent

venerdì 19 agosto 2016

Ci sono altri mondi...

Sulla pagina facebook di Stephen King un'immagine promozionale del film della Torre Nera che farà andare ulteriormente su di giri i fan...


Usa - Tre adattamenti debuttano in Blu-Ray

Dopo il rilascio per la prima volta in America della miniserie tratta da IT, debuttano in Blu-ray altri due adattamenti kinghiani: Salem's Lot e il film a episodi L'occhio del gatto (Cat's Eye).

Disponibili negli Usa dal 20 settembre.



[fonte: liljas-library.com]

mercoledì 17 agosto 2016

IT - Il Lebbroso di Neibolt Street sul set

Sul set di IT l'attore Javier Botet è stato pizzicato aggirarsi nei panni del Lebbroso che Eddie incontra nei pressi di Neibolt Street.

foto da: liljas-library.com

Una monografia che ci racconta chi (e cosa) è Pennywise

Fedeli Lettori del blog, ho appena letto il saggio di Luigi Boccia uscito questa estate, edito da Weird Book. Una monografia interamente dedicata alla figura del Clown assassino di Derry che mancava nella saggistica internazionale su Stephen King, e che al momento solo noi possiamo vantare.


Si tratta di un testo che vuole farci scoprire cosa si nasconde dietro al trucco di Pennywise e a quel sorriso ammaliante.
Quella del pagliacco è solo una delle forme che può assumere l'Uomo Nero, essere multiforme archetipo delle paure e delle inquietudini americane, che non ha un solo volto, ma assume ogni volta quello che corrisponde alle fobie di ciascuno di noi.

Boccia ne analizza anche le analogie con la figura del serial killer John Wayne Gacy, che negli anni '70 uccise e seviziò oltre 30 ragazzini. Una terribile pagina di cronaca a cui King non ha mai ammesso ufficialmente di essersi ispirato, ma che non può mancare di essere citata. Gacy è IT nella realtà, un uomo con una facciata di persona per bene che ha represso dentro di sè la propria omosessualità, trasformando in tendenze omicide le violenze subite nell'infanzia dal padre. Venne soprannominato dalla stampa il Killer Clown, per via delle feste in cui intratteneva i bambini nelle vesti del pagliaccio Pogo. Anch'egli, come Pennywise, voleva ingraziarsi il favore delle anime innocenti, per poi farle cadere nella sua rete.
Un mostro umano che si contrapporrà a quello letterario creato da King nel 1986 col romanzo IT, che toglierà il velo dell'ipocrisia, mettendo la società americana di fronte ai suoi peccati inconfessati.




Il covo di Gacy dove l'uomo conservava i cadaveri delle sue vittime è come gli antri dei sotteranei di Derry, un gorgo nero dove regna la morte.



Non mancano nel volume brevi cenni alla nascita e all'evoluzione della figura del clown, dal '700 fino ad arrivare alle rappresentazioni televisive moderne: da Bozo a Ronald McDonald, tutte facce di Pennywise, simboli di una nazione che inganna e irretisce i più piccoli attirandoli con falsi sorrisi e colori sgargianti, dietro cui si cela un essere non umano (alieno), reso spaventoso da quegli abiti che ne mutano le forme oltremisura.

Bozo e Ronald



Di particolare interesse nelle battute finali l'analisi di Giada Cecchinelli, che seziona i profili di tutti e sette i Perdenti scovandone analogie e differenze con le attitudini psicologiche di John Wayne Gacy. Vi sorprenderà scoprire quanto Bill e compagni abbiano qualcosa del Killer di Chicago, con un'evoluzione, però, che tende al Bene.

In chiusura, lo scrittore Gianfranco Nerozzi identifica come suo personale spauracchio la figura di Scaramacai, personaggio televisivo apparso nelle tv italiane verso la metà degli anni '50. Provate a immaginarlo al chiaro di luna, e ditemi se non aveva ragione Lon Cheney: non c'è niente di più terrorizzante...






Un libro che vi consiglio e che potete acquistare sul sito weirdmovies.it o contattando direttamente l'autore.

Lunghi giorni e piacevoli notti
                                                                Maurizio









A Good Marriage dal 25 agosto in DVD

Novità per quanto riguarda le uscite italiane, dal 25 agosto sarà disponibile in DVD anche nel nostro Paese il film A Good Marriage.

Tratto dal racconto di Stephen King Un bel matrimonio (Notte buia, niente stelle).








Segnalato da Enrico Cleri




martedì 16 agosto 2016

Il costume del nuovo Pennywise

Entertainment Weekly ha diffuso nuovissime immagini che mostrano per intero l'abito di scena indossato da Bill Skarsgård nel nuovo remake di IT per il cinema, al debutto nel 2017.

Che ve ne pare?
Troppo pomposo e ingessato, forse?


Torre Nera - A ottobre il primo footage del film

Il 29 e 30 ottobre si svolgerà a Los Angeles il PopFest di Entertainment Weekly in cui, tra gli altri eventi, sarà presentato un primo filmato del film della Torre Nera diretto da Nikolaj Arcel e atteso nelle sale americane il 17 febbario 2017.

Il progetto ispirato alla saga di Stephen King è finanziato dalla Sony Pictures, mentre la MRC si occuperà della realizzazione di una serie tv parallela.


[fonte: liljas-library.com] 

domenica 14 agosto 2016

Citazione 195

Io sono quello sano, io sono il croupier, io sono quello che lancia la pallina in una rotazione contraria a quella della ruota. Ma il tizio che punta il suo denaro su pari o dispari, la ragazza che scommette i suoi soldi sul rosso o sul nero... che cosa possiamo dire di loro?

OSSESSIONE

Dan Lin: "Il nuovo IT ha molte analogie con Stranger Things"

Il produttore Dan Lin ha parlato in un'intervista per Collider del film tratto da IT attualmente in produzione, paragonandone le atmosfere alla serie di Netflix Stranger Things.


"La serie è un grande omaggio ai film degli Anni '80" - ha detto Lin - "che si tratti dei classici di Stephen King o quelli di Spielberg. Pensate a Stand by Me e al legame tra i ragazzini. L'elemento terrificante in più nel nostro film sarà Pennywise."

Non stupiscono le parole del produttore alla luce della collocazione cronologica della pellicola nell'estate del 1989, spostata di 30 anni in avanti rispetto al romanzo.










Dan Lin
"Tutti i piccoli protagonisti, come ne I Goonies o in Stand by Me, hanno una personalità molto particolare" - ha aggiunto Lin - "e stanno formando il club dei Perdenti. [...] Ora finalmente sta arrivando nel nostro film anche la forza del male, uno spaventoso clown che i ragazzi dovranno combattere insieme."

La prima parte di questo remake debutterà negli Usa l'8 settembre 2017.

[fonte: ew.com]

sabato 13 agosto 2016

Il nuovo romanzo di David Mitchell ha soddisfatto lo Zio

Stephen King non ha mancato di segnalare il suo personale gradimento per il nuovo libro di David Mitchell (l'autore di Cloud Atlas) che uscirà in Italia a settembre edito da Frassinelli col titolo I custodi di Slade House.

Una terrificante storia soprannaturale in stile gotico che promette molto bene.













IT - Una scomparsa illustre?

Il regista del remake di IT Andrès Muschietti ha postato sul suo profilo Instagram una foto che sta lasciando interdetti molti fan: uno dei tanti manifesti di bambini scomparsi in cui campeggia la foto di Richie Tozier.

Che si tratti di un importate cambiamento rispetto alla trama del romanzo? Davvero Richie morirà? Oppure scomparirà soltanto per poi essere ritrovato?

Il mistero s'infittisce...


Segnalato da Erika Teglia

venerdì 12 agosto 2016

Citazione 194

            
       Un BAMBINO
               che CALCOLA i costi 
                 di un'azione 
            NON E' PIU'
                un bambino.

                                             Le notti di Salem

IT - Il 29 di Neibolt Street

Amy Wilson ha scattato altre foto della misteriosa casa in costruzione sul set di IT, e quel 29 sulla cancellata non lascia più dubbi...


[Altre foto su: liljas-library.com]

martedì 9 agosto 2016

22.11.63 esce in America in Blu-ray e DVD

Sarà disponibile da oggi in America la versione Blu-ray e DVD della fortunata serie tv di J.J. Abrams ispirata al romanzo 22/11/'63 di Stephen King.

All'interno contenuti extra con interviste ad Abrams, Bridget Carpenter, King e all'attore James Franco.

Le 8 puntate sono andate in onda in Italia su FOX la scorsa primavera. Ora non ci resta che aspettare novità sull'eventuale rilascio del cofanetto anche nel nostro Paese.




lunedì 8 agosto 2016

Lo Sapevate Che...

Lo sapevate che il film Stand by Me doveva intitolarsi in origine The Body (Il corpo) come il racconto di Stephen King da cui è tratto?

Ma la produzione aveva il timore che fosse scambiato per una pellicola horror o addirittura per un porno... Dunque si decise di usare come titolo la canzone di Ben E. King che fa da colonna sonora al film.


Stand by Me - I luoghi delle riprese ieri e oggi

Lilja ha condiviso un suggestivo video di un paio di anni fa che mostra come sono oggi alcuni luoghi dove sono state girate le scene di Stand by Me.





30 anni di "Stand by Me"

L'8 agosto 1986 veniva proiettato per la prima volta in anteprima negli Stati Uniti un film che ha segnato un'epoca: Stand by Me, diretto da Rob Reiner.



A distanza di 30 anni esatti, sulla trasposizione cinematografica della novella Il corpo di Stephen King non c'è nemmeno un filo di polvere, per una storia che tocca le corde di mondi e generazioni differenti senza mai perdere la sua magia.

Oregon, estate 1959: quattro ragazzini decidono di andare all'insaputa dei genitori alla ricerca del cadavere di un loro coetaneo, Ray Brower, scomparso dopo essersi allontanato da Castle Rock. E' l'attore Richard Dreyfuss (nei panni di Gordon Lachance adulto) a narrare la vicenda che lo vide protagonista insieme a Chris, Teddy e Vern. Un breve viaggio che è metafora del passaggio dall'infanzia all'età adulta, attraverso prove di coraggio da superare. Tra storie bislacche raccontate attorno al fuoco e sigarette fumate per sentirsi più grandi, i nostri amici dovranno anche vedersela con Asso Merrill (Kiefer Sutherland) e si suoi amici bulli, che tenteranno di fermare la loro avanzata. 
Nel corso della "missione" i quattro ragazzi dovranno fare i conti con gli intimi e dolorosi segreti che pesano sul loro cuore. Gordon soffre per la perdita del fratello maggiore, Chris ha genitori con una pessima reputazione in città, Teddy deve sopportare l'eredità di un padre ex-militare finito in un ospedale psichiatrico, mentre Vern fa i conti ogni giorno con la propria timidezza e i chili di troppo...
Quattro ragazzi, quattro storie umane che rappresentano un po' le storie di tutti noi, del nostro passato. Un viaggio emozionale senza tempo, in cui chiunque può riconoscere le proprie paure e insicurezze giovanili, con quella voglia di riscatto e di crescita che una volta soddisfatta si rivela deludente, e lascia l'amaro in bocca...


Il film venne girato nell'estate del 1985 tra la California e l'Oregon, per un budget complessivo di 7 milioni e mezzo di dollari.

"Ciò che ci attrasse era il fatto che si trattava della storia di ragazzini che diventano consapevoli dello loro mortalità", ha detto Bruce Evans, produttore e co-sceneggiatore che riuscì insieme a Ray Gideon a comprare i diritti del racconto, nonostante King fosse all'inizio restìo a cederli, temendo forse che il grande schermo rovinasse un'altra sua opera.

Rob Reiner ricevette la sceneggiatura di Evans/Gideon dalle mani dell'amico Andy Schienman, che voleva sapere la sua opinione. 

Rob Reiner

"Dio, questo è un racconto di Stephen King?"
si chiese stupito il regista.  
"Wow, che scrittore di talento".







Cruciale il casting dei quattro giovani attori, che vennero lanciati con Stand by Me nel mondo del cinema, ma non avranno tutti medesima fortuna...
"Abbiamo visto così tante persone" - ha detto Reiner, il regista - "Non le ricordo tutte. Per lo più, mi ricordo di essermi incredibilmente commosso al provino di River Phoenix."
La parte più ardua da assegnare è stata quella di Teddy Duchamp, serviva un ragazzo in grado di esprimere tutta la rabbia del personaggio. Corey Feldman si rivelò il profilo ideale, anch'egli con un background di vita turbolento. "Non ho avuto una vita domestica normale" - ha confessato l'attore - "A sette anni tornavo a casa da scuola col pensiero che avrebbero abusato di me o mi avrebbero picchiato. La maggior parte dei bambini non deve pensare a queste cose."

Fondamentale il contributo di Reiner nel far rendere al meglio i quattro giovanissimi attori. "Rob era fantastico coi ragazzini" - ha detto O'Connell (Vern) - "Sembrava il quinto ragazzo del film. Per le prime due settimane non abbiamo provato. Ci ha messi in una stanza, e siamo diventati amici giocando insieme."

"Eravamo molto simili ai personaggi che interpretavamo" - dice Wil Wheaton - "Io ero un bambino strano. Timido, sensibile e molto imbarazzato. Fu semplice riuscire a farmi piangere. E' difficile da spiegare, ma mi sento molto fortunato ad aver fatto parte di Stand By Me, ci sono attori che in tutta la carriera non hanno avuto l'opportunità di recitare in un film del genere. Ha trasformato la mia vita."


Wil Wheaton (Gordon Lachance)
Burbank, 29/7/1972

E' attore, scrittore e doppiatore. Ha recitato in Star Trek: The Next Generation e anche nella serie The Big Bang Theory nel ruolo di se stesso.






Jerry O'Connell (Vern Tessio)
New York, 17/2/1974

E' diventato famoso con il telefilm Il mio amico Ultraman. Compare anche nella recente serie Crossing Jordan.







Corey Feldman (Teddy Duchamp)
Chatsworth, 16/7/1971

Era grande amico di Michael Jackson, si dedicò alla musica ispirandosi al suo look. Inizia ad avere successo con il film I Goonies (1985). Negli anni seguenti la droga lo allontana dalla carriera. Nel 1989 partecipa al video singolo 'Liberian Girl' di Michael Jackson. Nel 2011 appare nel video 'Last Friday Night' di Katy Perry nel ruolo del padre della ragazza.



River Phoenix (Chris Chambers)
Metolius, 23/8/1970 - West Hollywood, 31/10/1993

Era una vera promessa del cinema. Interpretò una parte nel film culto Belli e dannati. E' morto prematuramente a 23 anni in seguito a un'overdose di eroina e cocaina. Fu attivista per i diritti degli animali e la tutela dell'ambiente.








Reiner decise di dare un ruolo più centrale a Gordie, rispetto al racconto di King, e focalizzare il tutto su di lui, ma destino volle che il personaggio di River Phoenix entrasse (tragicamente) di più nel cuore di molti appassionati.
La sequenza finale in cui vediamo la figura di Chris dissolversi lentamente apparve quasi come un presagio infausto. Reiner stesso confessa di faticare ancora oggi a guardare quella scena senza pensare a ciò che è accaduto pochi anni dopo a River.







L'importate impatto emotivo che Stand by Me ebbe sul pubblico è testimoniato anche dalla reazione dello stesso Stephen King dopo che vide in anteprima la pellicola nel febbraio '86. "Dopo la proiezione lui mi parve molto commosso e non riusciva nemmeno a parlare" - ricorda Rob Reiner - "Disse solo: 'Devo andare via', e sparì per un quarto d'ora. Poi tornò, si sedette accanto a noi e ci confessò che gran parte del racconto era proprio la sua vita... e come la cosa lo avesse sconvolto. Mi disse che in realtà tutti e tre i suoi compagni erano morti. Il suo migliore amico Chris era stato ucciso, frequentava la facoltà di Legge in quel periodo e guidava un camion per far quadrare il bilancio familiare. C'era un ponte di legno: nessun treno ci passava mai sopra, ma loro di solito l'attraversavano, ed era lì che si sfidavano l'un l'altro e tutto il resto... Lui dice che era rimasto piuttosto turbato nel vedere quei ragazzi che aveva fatto creare sullo schermo riportandoli in vita quando... bè, non è più possibile riaverli indietro."



E voi? Avete ancora amici come li avevate a dodici anni?



Lunghi giorni e piacevoli notti

Maurizio 


 

End of Watch, la versione tascabile americana

Il 28 marzo 2017 il capitolo conclusivo della trilogia del detective Hodges esordirà negli Stati Uniti anche in versione paperback.













venerdì 5 agosto 2016

Dark Debts: il primo libro selezionato da King per la linea "Gold Seal"

Richard Chizmar, fondatore della Cemetery Dance, ha dato vita insieme a Stephen King a una nuova collana di libri in edizione limitata selezionati e introdotti dallo Zio.



Il primo di questa serie è Dark Debts, romanzo di Karen Hall uscito nel 1996 e di cui ricorre quest'anno il ventennale, festeggiato per l'occasione con una nuova edizione in uscita nel 2017 con una prefazione di Stephen King: 750 copie numerate e autografate dall'autrice.


Stephen King e Richard Chizmar hanno discusso per anni della creazione di questo marchio, e solo questa estate è stato lanciato. Ogni volume verrà personalmente selezionato da King e da lui presentato.



Per maggiori info: CemeteryDance.com

IT - Buoni e cattivi riuniti

Dal profilo Instagram dell'attore Logan Thompson (Victor Criss) una foto dal set di IT che vede i Perdenti e gli scagnozzi di Henry Bowers tutti insieme appassionatamente...




lunedì 1 agosto 2016

IT - Cohen parla dell'adattamento del 1990

Mentre è in produzione il remake di IT per il cinema, lo sceneggiatore Lawrence D. Cohen è stato intervistato sulla miniserie del 1990 da lui sceneggiata, e diretta da Tommy Lee Wallace.




"Mi ero già occupato dello script di Carrie, lo sguardo di Satana, e mi chiesero se volevo lavorare a una miniserie tratta da IT per la ABC. [...] Iniziai a leggere il libro e vidi subito il film nella mia mente. Steve è un narratore eccezionale. Senza aggiungere altro, ho accettato il lavoro."


Cohen
"Si pensò all'inizio di affidare la regia a George Romero, per me era un genio. Aveva già collaborato con King e pensare a lui per questa serie è stato naturale. In seguito io e George abbiamo lavorato insieme per un po' di tempo. [...] L'idea era di tirar fuori qualcosa che arrivase a 10 ore. Ma la ABC era preoccupata dell'esborso economico che avrebbe dovuto sostenere per un telefilm così lungo, e ridusse i minuti a disposizione. E Romero ha abbandonato il progetto. L'emittente annuciò che si sarebbe trattato di uno show di 2 serate, 4 ore totali."




"In seguito Tommy Lee Wallace s'incontrò con noi, e prese in mano la regia. Lavorammo insieme alla riscrittura della sceneggiatura, soprattutto della seconda parte, quella sugli adulti."

"Il grande rammarico è stato dover tagliare alcune scene perchè troppo lunghe. [...] L'unica scena che è stato davvero difficile girare è stata (SPOILER) quella in cui Pennywise si mostra in una delle sue molteplici forme, un gigantesco ragno."





"La parte che mi è piaciuto di più scrivere è stata quella dell'infanzia dei Perdenti. Mi hanno fatto credere in loro, ho sofferto per loro. Stephen è uno dei migliori narratori dell'infanzia. Pensate a Stand by Me, e a come i protagonisti vivono ancora nei nostri cuori e nelle nostre menti. IT è il suo opus magnum sull'immaginazione e il potere che abbiamo da bambini, che smarriamo da adulti."



[fonte: comingsoon.net]