NEWS : Slittata al 2017 la pubblicazione dell'antologia "Ombre" col racconto inedito The Music Room --- L'anno prossimo uscirà "Sleeping Beauties", il romanzo scritto da King insieme al figlio Owen --- A febbraio King e Straub inizieranno a scrivere il 3° capitolo del Talismano

9 dicembre 2016

Torre Nera - I protagonisti immortalati in una nuova foto

Circola su internet un nuovo fotogramma dal film della Torre Nera che mostra Idris Elba nei panni di Roland faccia a faccia con l'Uomo in Nero, Matthew McConaughey.

Debutto negli Usa il 28 luglio 2017



Segnalato da Samuele Giacomella e Lilja

7 dicembre 2016

Stephen King: "Bob Dylan merita il Nobel"

Quelli di Rolling Stone hanno parlato con Stephen King dell'impatto che ha avuto su di lui la musica di Bob Dylan, a pochi giorni dalla consegna al cantautore del Nobel per la Letteratura.

"Dovevo avere sui 14 anni la prima volta che ho ascoltato Bob Dylan" - dice King - "ero sul sedile posteriore di un'auto di ritorno dalla visione di un film."



"Ci sono così tante grandi canzoni. Quella a cui ritorno più spesso è  "Shelter From the Storm". Il ritornello mi ha sempre colpito come qualcosa di mistico: '"Come in, she said/I'll give you shelter from the storm"... Ho la pelle d'oca a pensarci.

"Anche "Tangled Up in Blue", che ho citato nel mio saggio sull'esperienza al college negli anni Sessanta [Hearts in Suspension, NdT]. E' uscita tempo dopo il periodo in cui andavo all'Università, ma quando l'ho sentita ho pensato che stesse parlando di quanto lontano andiamo da dove siamo partiti: "Some are mathematicians/Some are carpenters wives/Don't know how it all got started/I don't know what they're doin' with their lives."

"Un'altro pezzo che ho sempre amato: "Stuck Inside of Mobile With the Memphis Blues Again." 

"Non ho mai incontrato Bob, ma ho fatto molte chiacchierate su di lui col mio amico John Mellencamp.

"Le persone che si lamentano del Nobel assegnatogli o non capiscono nulla o fanno come la volpe che dice che l'uva è acerba. Ho visto molti autori di letteratura che hanno storto il naso a questa cosa, come Gary Shteyngart. Ebbene, ho una notizia per te, Gary: ci sono un sacco di scrittori meritevoli che non hanno mai ricevuto il Nobel. 

"I miei figli ascoltano Dylan, e lo stesso fanno i miei nipoti. Sono tre generazioni. Molte persone della musica pop brillano per un istante, e poi svaniscono. Non Dylan."

[L'intervista intera su: rollingstone.com]






6 dicembre 2016

IT uscirà in Italia il 21 settembre 2017

Il sito mymovies.it riporta il 21 settembre 2017 come data del debutto in Italia della prima parte del remake di IT diretto da Andy Muschietti (8 settembre negli Stati Uniti).

Se fosse confermato, cadrebbe proprio nel giorno del compleanno di Stephen King. 🎈


In Sunlight or In Shadows - Un'antologia con un racconto di Stephen King

Esce oggi negli Stati Uniti una raccolta di storie brevi a cura di Lawrence Block, In Sunlight or In Shadows.

Diciassette autori americani si sono ispirati ai dipinti di Edward Hopper, ed è nata così questa antologia impreziosita da nomi come quelli di Michael Connelly, Jeffery Deaver, Joe R. Lansdale, Lee Child, Joyce Carol Oates e anche Stephen King, di cui troviamo qui il racconto The Music Room (nato dalle suggestioni offerte dal quadro di Hopper "Room in New York", 1932). Potete leggere il racconto dello Zio on-line in inglese cliccando qui.










Uscirà in Italia nel 2017,edita da Einaudi col titolo "Ombre".

E. Hopper, Room in New York





4 dicembre 2016

Luke Cosgrove: "The Mist è una storia su come la paura trasforma le persone"

L'attore Luke Cosgrove, che interpreterà il figlio di uno sceriffo nella serie tv ispirata al racconto The Mist, è stato intervistato su Digital Journal. "E' il primo progetto televisivo a cui ho lavorato" - ha detto Cosgrove - "Ho imparato molto, è stata un'esperienza molto preziosa. Sono convinto quando dico che si tratta di uno show diverso da tutto ciò che circola in giro al momento. Abbiamo fatto sicuramente qualcosa di differente. Christian Torpe [showrunner e produttore esecutivo] ha svolto un lavoro incredibile nel raccontare la storia attraverso dieci puntate."



"Non vedo l'ora di vedere il prodotto finito" - ha aggiunto - "e che il resto del mondo veda cosa abbiamo realizzato."

Cosgrove ha rivelato di aver letto durante le riprese il racconto di Stephen King (contenuto nella raccolta Scheletri): "Non scherzavano quando dicevano che era una storia horror." - ha detto - "E' stato interessante vedere le somiglianze, ma ancora di più la nuova direzione che è stata data alla trama."

Una foto dal set
"Non resterete delusi" - dice ai fan - "E' una storia di come la paura possa manipolare e cambiare le persone."

La serie targata Spike debutterà nei primi mesi del 2017. Cliccando QUI trovate gli altri nomi del cast.







Segnalato da Lilja

3 dicembre 2016

Il 15 dicembre uscirà un'edizione speciale di Charlie The Choo-Choo

E' preordinabile sul sito waterstones.com un'edizione limitata di Charlie The Choo-Choo edita da Hachette Children's Group, abbinata a una custodia e con una stampa che riproduce la firma di Beryl Evans (non è specificato se fatta da King o dall'attrice che ha presentato il libro al Comic-Con).

Un'altra edizione con copertina rigida debutterà nel luglio 2017, a ridosso dell'uscita del film della Torre Nera con Idris Elba e Matthew McConaughey.
[fonte: liljas-library.com]

2 dicembre 2016

IT proiettato in anteprima il 15 dicembre in California

Per pochi fortunati che abitano negli Stati Uniti sarà possibile assistere a un advanced screening del film di Andy Muschietti tratto da IT, in uscita l'8 settembre 2017.

Il 15 dicembre verrà proiettato a Burbank (California) per i fan tra i 18 e i 49 anni che avranno fatto richiesta dei biglietti QUI.



[fonte: liljas-library.com]

L'edizione britannica di Charlie The Choo-Choo uscirà nel 2017

In Gran Bretagna la Hodder&Stoughton renderà disponibile Charlie The Choo-Choo dal 13 luglio 2017. La casa editrice pubblicherà l'edizione col suo marchio nella collana Children's Books.



[fonte: liljas-library.com]

1 dicembre 2016

Mortiziario - Novembre 2016

E' successo a novembre...



Tripla uscita kinghiana nel mese appena trascorso: il 7 novembre l'Università del Maine ha reso disponibile Hearts in Suspension, il saggio presentato da Jim Bishop (QUI la sua intervista) in cui Stephen King parla della sua esperienza al college alla fine degli anni Sessanta; è tornato invece in Italia dal 15 novembre Danse macabre, il volume sull'horror del 1981 riedito da Frassinelli nella sua versione definitiva aggiornata a cura di Giovanni Arduino, intervistato QUI.




E dal 22 novembre è disponibile negli Usa Charlie The Choo-Choo, una storia per bambini scritta dallo Zio sotto lo pseudonimo di Beryl Evans, una chicca che riproduce nella realtà il libro in cui s'imbatte Jake Chambers nella Torre Nera.

Pubblicato on-line in anteprima il racconto breve The Music Room, in uscita il 6 dicembre negli Usa in un'antologia di autori vari curata da Robert Block, in arrivo in Italia nel 2017 edita da Einaudi (potete leggerlo QUI in inglese).



E' stato rinviato al 28 luglio 2017 il debutto in America del primo film ispirato alla Torre Nera, diretto da Nikolaj Arcel.

Netflix ha annunciato che adatterà il racconto 1922 (Notte buia, niente stelle), tra i protagonisti Thomas James e Molly Parker.

Come annunciato dall'attrice Carla Gugino su Twitter, sono terminate le riprese del film Il Gioco di Gerald, diretto da Mike Flanagan.


E intanto la Sperling ha mostrato le nuove copertine per le edizioni Pickwick della saga della Torre Nera, di prossima uscita nelle librerie.

Alla prossima,
                         Maurizio




30 novembre 2016

Hugo Weaving poteva essere il nuovo Pennywise

Secondo quanto riportato da IT The Movies l'attore Hugo Weaving era in lizza con Bill Skarsgård per aggiudicarsi la parte del clown Pennywise nel nuovo film per il cinema tratto da IT che debutterà nel 2017. Sappiamo tutti che alla fine è stato il giovane attore svedese a spuntarla.



[fonte: liljas-library.com]

28 novembre 2016

The Rolling Stones - Angie

Brano del 1973 incluso nell'album Goats Head Soup. Racconta del dolore per un amore finito, come è ormai al crepuscolo anche il mondo dei protagonisti del racconto Risacca notturna (A volte ritornano), dove gli ultimi sopravvissuti ascoltano in spiaggia le note di Angie alla radio.



25 novembre 2016

Foto esclusive del modellino di Pennywise usato per alcune stop-motion della miniserie

L'artista Bart Mixon ha rivelato alcune rare immagini del modellino di Pennywise da lui realizzato per alcune scene in stop-motion della miniserie del 1990 diretta da Tommy Lee Wallace.





23 novembre 2016

Appuntamento kinghiano a Firenze con Loredana Lipperini

Sabato 3 dicembre la giornalista e scrittrice Loredana Lipperini sarà ospite a Firenze al Caffè Letterario Le Murate per un incontro durante il quale si parlerà di Stephen King e la sua scrittura, nell'ambito della 5^ edizione di Liberfest.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti


Segnalato da Valentina Schiavi

Un romanzo autentico di uno scrittore autentico

Fedeli Lettori del blog, ho il piacere di parlarvi della recente lettura di un romanzo edito per la prima volta in assoluto in Italia. Grazie alla casa editrice Nutrimenti e alla traduzione di Nicola Manuppelli possiamo godere anche noi della prosa dura e travolgente de L'uomo autentico, romanzo del 1987 dell'americano Don Robertson (1929-1999).



Autore pressochè dimenticato negli stessi Stati Uniti, Robertson è ritenuto da Stephen King come uno degli autori migliori di sempre; insieme a Richard Matheson e John D. McDonald è tra gli scrittori che lo hanno influenzato da ragazzo, mentre tentava di diventare anche lui un romanziere.

Lo Zio ha talmente tanto amato Robertson da essere stato lui stesso a pubblicare L'uomo autentico (The ideal, genuine man) alla fine degli anni '80, tramite la propria casa editrice (la Philtrum Press). Già nell'introduzione King ci fa capire che stiamo per leggere qualcosa di straordinario, arrivando persino a dire che pubblicare questo libro è stata una "pura necessità" e che non farlo sarebbe stato "un gesto irresponsabile".

Ditemi voi se dichiarazioni del genere non accendono la vostra curiosità...

I gusti in fatto di libri sono assolutamente personali, soggettivi. Non so se anche voi sarete conquistati dall'Uomo autentico, ma posso dirvi che io lo sono stato, sì. E vi consiglio di buttarvi senza paracadute dentro la prosa travolgente di Don Robertson, che con la sua sintassi breve e incalzante vi condurrà senza che ve ne accorgiate alle pagine finali. Le scioccanti pagine finali.
Scoprirete la storia della vita di Herman Marshall, un uomo comune che al tramonto della sua vita deve fare un bilancio della sua esistenza, contare una per una le illusioni e le speranze nutrite in gioventù. E convivere con vecchi rimorsi. La moglie tanto amata, anche se "tradita" nelle sue trasferte di lavoro, non lo abbandonerà mai, e gli darà un figlio che però porterà insieme alla sua nuova vita anche atroci sofferenze.

Una storia che sa di vero e di sporco, che sa del sudore delle prostitute con cui s'intrattiene Herman, del vomito dopo una sbronza e di sangue.
Ma è una storia che sa anche dell'odore fresco di un seno accogliente e delle lacrime salate e generose di un uomo autentico.

"Che sia una vittoria, un pareggio o una sconfitta" - scrive King in chiusura dell'introduzione - "non avrete mai letto nulla come questo romanzo. Mai. Mai."


Lunghi giorni e piacevoli notti,

                                                         Maurizio




L'uomo autentico

Introduzione di Stephen King

Traduzione di Nicola Manuppelli

Editore: Nutrimenti

Pagine: 304

22 novembre 2016

Una locomotiva parlante protagonista del primo libro per bambini di Stephen King

Esce negli Stati Uniti Charlie The Choo-Choo, il primo libro per bambini scritto da Stephen King, sotto lo pseudonimo di Beryl Evans.


Edito da Simon&Schuster, è una riproduzione nella realtà dell'omonimo libro in cui s'imbatte il personaggio di Jake Chambers in Terre Desolate (terzo capitolo della Torre Nera). Narra le avventure del macchinista Engineer Bob e della sua amicizia con Charlie, una locomotiva parlante. "Una storia di amicizia e lealtà", sottolinea l'editore americano.

Ned Dameron
Tutte le diciannove (19!) pagine sono accompagnate dalle illustrazioni di Ned Dameron, già disegnatore per l'edizione americana di Terre Desolate (The Waste Lands).


21 novembre 2016

Jim Bishop parla di "Hearts in Suspension"

L'ex professore di Stephen King ai tempi dell'Università ha parlato su liljas-library.com del nuovo saggio del Re Hearts in Suspension, uscito lo scorso 7 novembre negli Stati Uniti.

Jim Bishop

"Mi sono ritirato qualche anno fa come docente del Dipartimento d'Inglese dell'Università del Maine" - ha detto Bishop - "dove decenni fa avevo Stephen come studente. Curai insieme a Burt Hatlen un memorabile seminario sulla poesia contemporanea a cui parteciparono attivamente Steve, la moglie Tabitha e altri ragazzi che hanno collaborato al saggio. Alcuni di loro hanno commentato il seminario nel libro.

"Ho sempre pensato che King avesse catturato nella novella Cuori in Atlantide come ci si sentisse ad essere un ragazzo della classe operaia e raggiungere la maggiore età nel clamore della fine degli anni '60, con il crescere dei movimenti studenteschi e l'ombra incombente della guerra in Vietnam. 

"Alla fine dell'estate del 2015, mentre ci avvicinavamo al 50° anniversario dall'entrata di Steve all'Università, mi venne in mente che sarebbe stato interessante se avesse scritto un saggio in cui narrava i suoi giorni da studente. Così nel mese di agosto gliel'ho proposto. Notai che all'inizio Stephen era comprensibilmente riluttante a ritornare nelle acque torbide di quegli anni, ma per fortuna ha deciso di fare il grande passo (e donare il ricavato alla University of Maine Press). Ho anche suggerito di inserire nel libro le testimonianze di alcuni compagni di Steve dell'epoca, idea che lui ha apprezzato. E così mi sono messo a rintracciarli uno per uno.

"Abbiamo cercato di assemblare i ricordi di tutti in una narrazione coerente. Ho cercato di modificare il meno possibile le loro testimonianze, in modo da mantenere le voci e le espressioni individuali di ognuno. Ho letto le bozze e proposto i miei suggerimenti, ma ho detto loro che avevano l'ultima parola sui loro articoli.

"E' ancora presto per capire come il pubblico ha accolto il saggio, è uscito da poco, ma le prime impressioni sono positive. Un lettore ha scritto alla UMaine Press che ha pianto leggendo il libro.
Il fatto che Hearts in Suspension sia uscito il giorno prima delle nostre elezioni presidenziali è una sincronicità sorprendente...

"Per quanto riguarda la mia visibilità ritrovata con l'uscita di questo saggio, ebbene, sì... mi hanno chiesto un paio di autografi.. ah ah. Chiaramente, all'età di 77 anni, questi sono i miei 5 minuti di celebrità, no? Ma ciò che conta di più è il significato di questo libro. Spero che troverà la sua strada tra le mani dei lettori."


[fonte: liljas-library.com]


19 novembre 2016

La figlia di Kubrick raccoglie fondi per aiutare Shelley Duvall

La celebre attrice che interpretò Wendy Torrance nel film di Stanley Kubrick del 1980 ispirato a Shining versa da tempo in condizioni di difficoltà. In una recente apparizione televisiva è apparsa trascurata, mostrando di avere seri problemi mentali. Ha affermato di vedere gli alieni e che Robin Williams sarebbe ancora vivo. In un lampo di lucidità non ha esitato ad ammettere di avere bisogno di aiuto.


Vivian Kubrick, la figlia del regista, ha iniziato venerdì scorso una raccolta fondi per aiutare l'attrice. "Penso solo che meriti più rispetto" - ha detto a Hollywood Reporter - "Sto cercando di raccogliere più denaro possibile."

La Kubrick aveva biasimato in anticipo la scelta di Phil McGraw d'intervistare in tv la Duvall, ritenendo che l'intento fosse solamente quello di fare ascolti.

Si è paventata anche la possibilità che i problemi dell'attrice potessero aver avuto origine già all'epoca delle riprese di Shining, conoscendo i metodi molto stressanti ai quali Kubrick sottoponeva i suoi attori.

[fonte: hollywoodreporter.com]

La magione di Stephen King in una vecchia foto di metà '800

La stupenda abitazione di Bangor in cui Stephen King vive con la sua famiglia è un edificio risalente alla metà del XIX secolo. La William Arnold House è la prima casa che è stata costruita sulla West Broadway.

Lo stile di basava su un progetto di A.J. Downing, adattato probabilmente dall'architetto Benjamin S. Dean. Dopo il 1890 sono state apportate alcune modifiche all'edificio dai successivi proprietari.

Tutt'ora l'abitazione è meta di numerosi turisti che non perdono occasione di farsi fotografare di fronte alla tenuta del Re.


L'edificio attuale

[fonte: mainememory.net]

18 novembre 2016

Giovanni Arduino: "Danse Macabre è una dichiarazione d'amore alla cultura popolare"

Su Panorama un'intervista a Giovanni Arduino, curatore della nuova edizione di Danse macabre, il saggio di Stephen King sull'horror del 1981, riproposto in questi giorni da Frassinelli nella sua versione definitiva.


17 novembre 2016

La favola della buonanotte - Artwork by Chiara Bautista

Tra le numerosissime e misteriose illustrazioni dell'artista messicana Chiara Bautista, nota per i suoi delicati disegni con protagonista una fanciulla che indossa una maschera da coniglio, c'è anche un omaggio a Shining di Stephen King.

© Chiara Bautista

Stephen King ha letto a Princeton alcuni estratti di Sleeping Beauties

Stephen King e la poetessa Eileen Myles hanno presenziato ieri pomeriggio a Princeton per un reading, sono stati presentati rispettivamente dalla scrittrice Joyce Carol Oates e da Susan Wheeler, docente di Scrittura Creativa.

"Abbiamo invitato questi due autori perchè fanno qualcosa nel loro genere che nessun altro fa", ha detto Michael Dickman, docente presso la Princeton University.

La Myles ha letto una selezione di sue vecchie opere e un estratto del suo nuovo progetto "Afterglow". A seguire, King ha letto un paio di estratti da Sleeping Beauties, romanzo scritto a quattro mani col figlio Owen (in uscita nel 2017): "Per me la cosa più importante è raccontare una bella storia", ha detto lo Zio. "Penso che gli scrittori codifichino quello che davvero pensano nelle parole che scrivono."


[fonte: dailyprincetonian.com]

The Music Room - Un'anteprima on-line del nuovo racconto

Su playboy.com è possibile leggere un estratto in anteprima del nuovo racconto di Stephen King che uscirà negli Usa il 6 dicembre: The Music Room. Farà parte di una raccolta di autori vari con racconti ispirati ai dipinti di Edward Hopper, in uscita in Italia per Einaudi nel 2017.

CLICCA QUI per leggere la storia

Room in New York (1932) by Edward Hopper

[fonte: Cemetery Dance Publications]

16 novembre 2016

Un cortometraggio di "Popsy" esordirà al Festival di Parigi

Julien Homsy ha realizzato un cosiddetto "dollar baby" tratto da Popsy (Incubi&Deliri), che verrà presentato a metà dicembre al PIFFF (Paris International Fantastic Film Festival).

Non è la prima volta che dal medesimo racconto viene tratto un cortometraggio.
[fonte: club-stephenking.fr]


15 novembre 2016

Danse Macabre - Il saggio del Re sull'horror è tornato in libreria

Amici kinghiani, oggi è un giorno speciale: torna in Italia il saggio di Stephen King fuori catalogo da anni, Danse macabre
Una nuova edizione edita da Frassinelli, aggiornata e curata dal traduttore Giovanni Arduino.



Dal sito dell'editore: Con la sua scrittura diretta e brillante, King celebra l'horror definendone gli archetipi in una danza in cui sfilano, tenendosi per mano, letteratura e z-movies, leggende metropolitane e cinema d'autore, serie tv, fumetti e perfino le figurine. L'approccio apparentemente acritico, dichiaratamente soggettivo, sbarazza il professor King da ogni accademismo lasciandolo libero di fare ciò che meglio sa: raccontare. Si crea il miracolo di un testo profondo e lieve allo stesso tempo, dalla prosa torrenziale e inventiva; di un saggio che, ben lungi dall'ispirarsi nella forma ai canoni tradizionali, è piuttosto un possente, affascinante amarcord. E, per gli appassionati, un'irresistibile occasione per sbirciare sotto il mantello del re.



"Questo libro è la mia scorribanda in tutti i mondi fantastici e terrificanti che mi hanno affascinato e impaurito. Non ci sarà molto ordine, e se a volte vi verrà in mente un cane da caccia dal fiuto scadente che si aggira senza sosta dietro a ogni odore interessante, a me andrà più che bene. Ma non è una caccia. È una danza. E ogni tanto in questa sala da ballo spengono le luci. Ma danzeremo lo stesso, voi e io. Anche nel buio. Specialmente nel buio. Posso invitarvi?"

14 novembre 2016

Una prefazione di Stephen King su J.K. Rowling

La rivista americana Entertainment Weekly ha pubblicato l'11 novembre un numero speciale dedicato ad Animali Fantastici e Dove Trovarli, il film di David Yates tratto dall'omonimo libro di J.K. Rowling, sorta di prequel della saga cinematografica di Harry Potter.

Oltre a contenere interviste al cast e uno sguardo al dietro le quinte, è presente anche un'introduzione di Stephen King sulla capacità della Rowling di trasformare i ragazzi in lettori.









[fonte: amazon.com]

Terminate le riprese de Il Gioco di Gerald

Carla Gugino, l'attrice protagonista del film di Mike Flanagan ha annunciato su Twitter la fine delle riprese.


[fonte: liljas-library.com]

11 novembre 2016

La "Danza macabra" di Charles Baudelaire


Il saggio di Stephen King sulla letteratura e il cinema dell'orrore uscito nel 1981, e che ritorna in Italia il 15 novembre, porta il titolo di un poema di Charles Baudelaire, inserito nella celebre raccolta I fiori del male.



Danse macabre
                                                            A Ernest Christophe

Fiera della sua nobile statura, come persona viva,
col gran mazzo di fiori, il fazzoletto e i guanti,
lei ha la noncuranza e la disinvoltura
d'una magra civetta dall'aria stravagante.

Hai visto mai al ballo una vita più snella?
La sua veste esagerata, nella regale ampiezza,
ricade abbondante sopra un piede magro, stretto
nella scarpina infiocchettata, graziosa come un fiore.

Il collarino che le scherza intorno alle clavicole,
come un ruscello lascivo che si strofina alla roccia,
difende pudico dai lazzi ridicoli
le grazie funeree che vuole nascondere.

Che occhi profondi di tenebre e di vuoto!
Come oscilla mollemente sulle gracili vertebre
il suo cranio acconciato di fiori con arte!
Oh fascino d'un nulla follemente agghindato!

Alcuni diranno che tu sei una caricatura;
amanti ebbri di carne, non capiscono
l'anonima eleganza dell'armatura umana.
Ma tu, grande scheletro, rispondi al mio gusto più caro!

Con una potente smorfia forse vieni a turbare
la festa della Vita? O ti sospinge credula
al sabba del Piacere qualche vecchio desiderio
che sprona ancora la tua viva carcassa?

Speri di scacciare il tuo incubo beffardo
al canto dei violini, tra fiamme di candele?
Vieni a domandare al torrente delle orge
di rinfrescare l'inferno che t'incendia il cuore?

Pozzo inesauribile di stoltezza e colpe!
Eterno alambicco del dolore antico!
Come vedo vagare ancora l'aspide insaziabile
per il curvo intreccio delle costole!

Temo proprio che quella tua aria civettuola
non avrà un premio degno dei suoi sforzi:
quale cuore mortale vuoi che stia allo scherzo?
L'incanto dell'orrore inebria solo i forti!

L'abisso dei tuoi occhi, pieno di pensieri orrendi,
esala le vertigini e i prudenti ballerini
non contempleranno senza nausee amare
il sorriso eterno dei tuoi trentadue denti.

Eppure, chi tra le braccia non ha stretto mai uno scheletro?
Chi non s'è nutrito di cose della tomba?
Che vale il profumo, l'abito o la toletta?
Chi fa lo schizzinoso mostra di ritenersi bello.

Baiadera senza naso! Irresistibile baldracca!
Rispondi per le rime ai ballerini che arricciano il naso:
"Anche con rossetto e cipria, puzzate sempre di morte
fieri damerini! Che credete, scheletri muschiati,

Antinoi avvizziti, dandys dalla faccia glabra,
cadaveri verniciati, canuti seduttori?
La ridda universale della danza macabra
vi trascina verso luoghi sconosciuti!

Dai freddi Lungo Senna alle rive ardenti del Gange,
il gregge dei mortali salta e gode senza vedere
la tromba dell'Angelo, in un buco del soffitto,
sinistra, spalancata come un trombone nero.

Ridicola Umanità, la Morte t'ammira in ogni clima,
sotto ogni sole, con tutte le tue contorsioni,
e spesso, profumandosi di mirra come te,
mischia la sua ironia alla tua insania!"



Dall'edizione Newton Compton tradotta da Claudio Rendina

10 novembre 2016

In uscita un nuovo saggio italiano su Stephen King

Luigi Boccia e Giada Cecchinelli hanno sfornato un nuovo interessante libro sul mondo del Re: The King - Il Magazine. Un volume edito da Weird Book con materiale esclusivo: un'intervista a George Romero di Lorenzo Ricciardi, dichiarazioni inedite su IT del regista della miniserie del '90 Tommy Lee Wallace e numerosi articoli speciali.

Con interventi di Nicola Lombardi, Gianfranco Nerozzi, Giovanni Arduino (traduttore di Stephen King), Massimo Volta, Marcello Gagliani Caputo, Simonetta Santamaria e Diego Matteucci.

Esce in una prima edizione limitata in 250 copie numerate.

Prenotabile qui: www.weirdmovies.it

9 novembre 2016

Non l'ha presa bene


Il secondo albo della serie a fumetti "The Sailor"

E' disponibile negli Usa dal 9 novembre il secondo numero della serie a fumetti The Sailor, edita dalla Marvel e che prosegue le vicende narrate nella Torre Nera.

Jake continua ad avere esasperanti visioni e a sentire strane voci nella sua testa; nel frattempo, Roland, Eddie e Susannah devono fare i conti con Shardik, un enorme orso che dà loro la caccia...

Scritto da: Peter David e Robin Furth

Disegni: Juanan Ramirez

Copertina: Jay Anacleto
 

Lo Zio intervistato nel suo ufficio a Bangor

Stephen King è stato intervistato ieri nel suo ufficio di Bangor (Maine) per il sito khou.com; CLICCANDO QUI le sue parole anche in merito alle elezioni americane, prima che si conoscesse il nome del 45° Presidente degli Stati Uniti.


8 novembre 2016

Stephen King ha parlato del nuovo saggio all'Università di Orono

Stephen King ha presentato lunedì sera presso la University of Maine di Orono il suo nuovo libro in cui rievoca gli anni della sua esperienza accademica. "Non ero sicuro di voler tornare a quel periodo" - ha detto davanti alla platea - "perchè quelli sono stati anni turbolenti."



Durante la serata King ha letto brani del volume e risposto ad alcune domande, confessando di aver fatto poche ricerche, di aver proceduto per lo più a memoria e di aver letto le testimonianze dei suoi colleghi inserite nel libro solo a pubblicazione avvenuta.
Leggere di altri che scrivono di lui gli è parso un po' come leggere di sè dopo morto, ha detto camminando sul palco con indosso una maglietta col simbolo della pace stampato sul davanti.

Il direttore della UMaine Press, Michael Alpert, è stato accolto da un applauso quando ha annunciato che King ha chiesto che le royalties derivanti dalle vendite di Hearts in Suspension fossero destinate alla casa editrice dell'Università.

Il saggio è introdotto da Jim Bishop, professore d'Inglese di King all'epoca. Contiene inoltre gli articoli di altri studenti della UMaine: David Bright, Keith Carreiro, Harold Crosby, Sherry Dec, Bruce Holsapple, Frank Kadi, Diane McPherson, Larry Moskowitz, Jim H. Smith e Philip Thompson.
Bright era l'editor del giornale studentesco, mentre Crosby era il compagno di stanza di King del primo anno. Tutti quanti impegnati in quel periodo nel movimento anti-militarista contro la guerra in Vietnam.



[fonte: bangordailynews.com]

Danse Macabre - Guida ai libri da leggere e ai film da vedere

Fedeli Lettori, tra una settimana tornerà nelle librerie italiane il saggio di Stephen King sull'horror, in una versione aggiornata a cura di Giovanni Arduino. 

Per l'occasione, ho rinfrescato la lettura della vecchia edizione e ho pensato di offrirvi qui una mini-guida alla lettura, con una selezione personalissima di alcuni film e romanzi di cui King parla nel libro. Sono molti i titoli che lo Zio cita, ma ne ho scelti solo alcuni per restringere il campo a ciò che ritengo prioritario.



 Stephen King individua 2 tipi di mostruosità:
                                                              
PSICHICA                            ESTERNA
                                       (il male dentro l'uomo)      (il male che arriva da fuori)


Passa poi a discutere di tre romanzi della letteratura inglese di cui è impossibile non parlare se si vuole comprendere il genere dell'orrore nel trentennio tra il 1950 e il 1980: Frankenstein, Lo strano caso del Dottor Jekill e Mr. Hyde e Dracula.
Libri che lo Zio indica come perfettamente rappresentativi di alcune idee del Male, individuate in 3 figure:
 LA COSA SENZA NOME
IL LICANTROPO
IL VAMPIRO

Più avanti aggiungerà a questo trittico l'analisi delll'altra illustre figura mitica del soprannaturale, il Fantasma.


Nel capitolo dedicato alla filmografia horror 
King suddivide le pellicole in base a tre paure:
economiche - politiche - sociali



Qui sotto vi propongo un breve elenco di film in ordine cronologico tra i tanti che lo Zio cita e analizza in Danse Macabre:


Dracula, di Tod Browning e Karl Freund (1931)






  


Frankenstein, di James Whale (1931)









Freaks, di Tod Browning (1932)









Il mostro della laguna nera, di Jack Arnold (1954)









La Terra contro i dischi volanti, di Fred F. Sears (1956)










L'invasione degli ultracorpi, di Don Siegel (1956)











Gli uccelli, di Alfred Hitchcock (1963)









La notte dei morti viventi, di George Romero (1968)










Rosemary's Baby-Nastro rosso a New York, di Roman Polanski (1968) 








L'esorcista, di William Friedkin (1973) 










Non aprite quella porta, di Tobe Hooper (1974) 









Alien, di Ridley Scott (1979) 












Per quanto riguarda la narrativa, sono tanti i titoli che andrebbero consigliati, qui ho tentato di segnalarvene una parte. Alcuni di questi possono essere fuori catalogo e andrebbero cercati nell'usato sui vari siti di vendite on-line:


Frankenstein (1816/17)

di Mary Shelley















Lo strano caso del Dottor Jekill e Mr. Hyde (1886)

di Robert L. Stevenson














Il Gran Dio Pan (1890)

di Arthur Machen















Dracula (1897)

di Bram Stoker















Il giro di vite (1898)

di Henry James















Le montagne della follia (1936)

di H.P. Lovecraft 













I trasfigurati (1955)

di John Wyndham















Gli invasati (1955)

di Jack Finney
















Tre millimetri al giorno (1956)

di Richard Matheson
  











L'incubo di Hill House (1959)

di Shirley Jackson














Il popolo dell'autunno (1962)

di Ray Bradbury















Rosemary's Baby (1967)

di Ira Levin
















La fabbrica delle mogli (1972)

di Ira Levin














Nebbia (1975)

di James Herbert 
















La bambola che divorò sua madre (1976)

di Ramsey Campbell















Nostra signora delle tenebre (1977)

di Fritz Leiber















Ghost Story (1979)

di Peter Straub 















 ===